Benvenuti nello Studio del dott. Matteo Cernigoi - Consulente del Lavoro

Indirizzo

Via Coroneo n. 17, Trieste

Email

matteo@studiocernigoi.it

Telefono

040 9778616

Esonero contributivo autonomi: posticipazione scadenza o vera esenzione?

Il Ministero del Lavoro, con un proprio recente decreto, ha stabilito un esonero parziale (fino a 3.000€ annui) dal pagamento dei contributi previdenziali dovuti dai lavoratori autonomi (commercianti ed artigiani) e dai professionisti iscritti sia alle gestioni previdenziali INPS (fra cui la gestione separata), sia quelli iscritti agli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza ed assistenza (c.d. Casse professionali).

Per poter godere di tale esonero, i lavoratori iscritti ad entrambe le categorie dovranno presentare alcuni requisiti fondamentali:

  • aver percepito nel periodo di imposta 2019 un reddito complessivo non superiore a 50.000 €;
  • aver subito un calo del fatturato o dei corrispettivi nell’anno 2020 non inferiore al 33% rispetto a quelli dell’anno 2019.

L’esonero non riguarderà il versamento dei contributi integrativi e dei premi e contributi dovuti all’INAIL. L’opportunità riguarderà anche medici, infermieri e altri professionisti e operatori di cui alla L. n. 3/2018, già collocati in quiescenza, a cui siano stati conferiti incarichi di lavoro autonomo o di collaborazione coordinata e continuativa per far fronte all’emergenza sanitaria da COVID-19.

L’esonero contributivo è riconosciuto sui versamenti contributivi dovuti per l’anno 2021, sia da versare con le rate o gli acconti con scadenza ordinaria entro il 31/12, nel limite massimo individuale di 3.000 € su base annua.

La domanda per presentare l’esonero scadrà il prossimo 31 luglio per le gestioni INPS, mentre al 30 novembre per gli iscritti alla Casse private, fermo restando eventuali delucidazioni operative da parte dei diversi Enti previdenziali.

Alla prova dei fatti, quello che è certo è che la scadenza del 17 maggio viene di fatto prorogata al prossimo 20 agosto 2021.

Con proprio messaggio (n. 1911 dd. 13/05/2021) l’INPS ha confermato: “in attesa della pubblicazione del citato decreto interministeriale vista l’imminente scadenza del pagamento della prima rata dei contributi richiesti con l’emissione 2021, dovuti dai soggetti iscritti alle gestioni autonome speciali dell’INPS degli artigiani e degli esercenti attività commerciali, si comunica il differimento al 20 agosto 2021 del termine di pagamento della rata dei contributi oggetto di tariffazione 2021 avente scadenza originaria il 17 maggio 2021”.

Cliccando qui puoi ottenere i riferimenti utili a contattarci per una consulenza personalizzata.

Hai bisogno di una consulenza?

Contatti

040 9778616

matteo@studiocernigoi.it

Via Coroneo n. 17, Trieste

Hai bisogno di una consulenza?

Contattaci al telefono, via mail o tramite il nostro form sul sito e fisseremo un incontro nelle modalità che preferisci, dal vivo o online. Saremo lieti di aiutarti.

Contattaci